Il Ministro e le minorenni. Cronaca di abusi alla francese


In Italia abusare dei propri privilegi come politico è quasi uno sport nazionale. Certo ridimensionato dall’ondata di populismo e dagli “sputtanamenti” via social network, ma pur sempre in voga.

Anche in Francia però si danno da fare, con uno scandalo che rischia di travolgere il Governo del Paese. Secondo la trasmissione Quotidien dell’emittente TF1 – la più seguita rete tv francese – il Ministro dell’Interno transalpino Bruno Le Roux avrebbe assunto le figlie minorenni (15 e 16 anni) come assistenti parlamentari.

L’imbarazzato Ministro ha detto che si trattava “solo” di “lavoretti estivi”, utili per arricchire il curriculum delle giovani rampolle, all’epoca liceali.

Peccato che l’amore paterno pare sia costato alle casse francesi la bellezza di 55mila euro. E chissà se ora gli costerà la poltrona da Ministro. Della questione, infatti, è stato costretto ad occuparsene personalmente il premier francese Bernard Cazeneuve. Vedremo come finirà…

Se a Le Roux dovesse andare male ed essere cacciato dal Governo francese, magari in Italia qualche posticino di sottogoverno glielo potremo trovare. Da noi ci si indigna meno per certe “leggerezze” e, del resto, l’astuto Ministro si è dimostrato abilissimo nel fare quadrare i conti… familiari.

Annunci