Continua a leggere

Attentato in Tunisia, Kais Saied: “i sogni dei terroristi andranno in frantumi”

“Coloro che hanno incitato tre terroristi a perpetrare l’attacco di Akouda sono più criminali dei terroristi stessi”.

Continua a leggere

I big del petrolio recupereranno la propria quota di mercato per la Russia

Sulla rivista online dell’americana CNBC, Holly Ellyatt commenta un articolo del Ministro dell’Energia della Federazione Russa, nel quale afferma che poiché il gruppo OPEC+ (cioè OPEC, Russia e altri Stati estrattori di greggio) ridurrà le estrazioni di 7,7 milioni di barili al giorno fino a dicembre, la Russia e gli altri grandi produttori dovranno riacquisire la propria quota sul mercato petrolifero, e anzi cercare di ingrandirla.

Continua a leggere

Caos Libia: dalla sospensione del ministro degli Interni al permesso di viaggiare in Turchia per il sottosegretario alla Salute indagato

In una dichiarazione rilasciata domenica sera, il comando generale del Libyan National Army (LNA) sotto il comando del generale Khalifa Haftar, ha espresso profonda preoccupazione per il caos della sicurezza e le violazioni che stanno investendo le regioni occidentali della Libia.

Continua a leggere

The Atlantic, gli Stati Uniti hanno bisogno di una nuova politica estera

StrumentiPolitici.it ha recentemente riportato come Williams Burns, ex vicesegretario di Stato americano ed ex ambasciatore in Russia è intervenuto dalle colonne della rivista The Atlantic denunciando come con la presidenza attuale gli USA si sono ridotti alle esibizioni muscolari e all’ignoranza della diplomazia.

Continua a leggere

Financial Times, la reazione dell’Occidente al vaccino russo tra geopolitica e scienza

Henry Foy, giornalista dell’autorevole testata britannica Financial Times riconosce che il vaccino russo anti-coronavirus è basato su un farmaco contro l’Ebola approvato a livello internazionale, ma spiega come abbia sollevato critiche in Occidente.

Continua a leggere

Erdogan minaccia l’Ue. Bruxelles latita

In queste ore è andata in scena l’ennesima provocazione nei confronti dell’Ue del presidente turco Erdogan, il quale parlando con i media ha affermato con estremo vigore come “La Oruc Reis proseguirà ad operare sino al 23 agosto come era stato pianificato in precedenza. Non un singolo attacco rimarrà impunito“.