Continuano le provocazioni di Erdogan e della Turchia nel silenzio occidentale


Proseguono le provocazioni del presidente turco Recep Tayyip Erdogan nei confronti dell’Occidente. La Turchia ha infatti comunicato con un nuovo avviso ai naviganti (Navtex) l’estensione fino al 23 novembre delle operazioni della nave Oruc Reis. L’imbarcazione proseguirà quindi le controverse ricerche di idrocarburi nel Mediterraneo orientale oggetto di pesanti ripercussioni diplomatiche ormai da mesi con la Grecia, Cipro e altri paesi del Mediterraneo. A nessuno può sfuggire che l’estensione delle attività della Oruc Reis nelle acque del Mediterraneo orientale avviene in concomitanza con la visita ad Atene del presidente egiziano, Abdel Fatah al Sisi, che la Turchia vede come un rivale.

Per continuare la lettura clicca qui sulla rivista StrumentiPolitici.it