Subisce trapianto del fegato, operaio licenziato al rientro in azienda a Torino 


Sicuramente non si conoscono tutte le ragioni dell’azienda ma quanto si apprende dalle rappresentazioni sindacali della Oerlikon Graziano, azienda metalmeccanica di Rivoli (Torino), é davvero sconcertante. 

I vertici dell’impresa avrebbero licenziato un operaio rientrato in fabbrica otto mesi dopo un trapianto al fegato. 

“Mi hanno fatto una visita e mi hanno dichiarato inabile, mi hanno costretto a tre settimane di ferie forzate e poi lunedì scorso mi è arrivata la lettera di licenziamento”, racconta Antonio Forchione, 55 anni. 

L’operaio farà causa all’azienda per ottenere un risarcimento. Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato intanto uno sciopero di due ore su tutti i turni.

Annunci