Tag: Coldiretti

Continua a leggere

Il grande male del “Made in Italy rubato”, 100 miliardi di cibo fake

Sale ad oltre 100 miliardi il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo con un aumento record del 70% nel corso dell’ultimo decennio, per effetto della pirateria internazionale che utilizza impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che si richiamano all’Italia per alimenti taroccati che non hanno nulla a che fare con il sistema produttivo nazionale. E’ quanto emerge dallo studio presentato dalla Coldiretti all’inaugurazione del Cibus di Parma dove è stata aperta una grande esposizione sul “Made in Italy rubato”, nello stand di Filiera Italia.

Annunci
Continua a leggere

Smog, un bonus fiscale per favorire la diffusione del verde nelle città

Lotta allo smog attraverso un bonus fiscale verde per incentivare la diffusione di parchi e giardini in città, in modo che questi catturino le polveri e riducano i livello di inquinamento. E’ questa la proposta avanzata da Coldiretti in rispondendo a breve giro di posta all’invio all’Italia, da parte della Commissione europea, di una lettera affinché adotti “azioni appropriate” per ridurre le emissioni di particolato Pm10 contro l’inquinamento eccessivo riscontrato nell’aria.

Continua a leggere

Al via regole più rigide sulle etichette del latte. Tutela per il made in Italy

Entreranno in vigore da domani le nuove regole per le etichettature del latte e dei derivati. Le diciture utilizzate sulle confezioni “in modo chiaro, visibile e facilmente leggibile” e indicheranno in modo chiaro il Paese di mungitura, il Paese di condizionamento o trasformazione del latte, e, se si tratta di un prodotto totalmente italiano, l’origine del latte.

Continua a leggere

Speculazioni e inganni dietro al calo del prezzo del riso. A rischio disoccupazione 10mila famiglie

Gli agricoltori sono sul piede di guerra visto che si trovano costretti a vendere 3 chili di risone (per intenderci quello appena raccolto) per pagarsi un caffè. La ragione é semplice a sentire la loro campana: sarebbero in atto speculazioni e inganni che colpiscono le risaie nazionali e danneggiano i consumatori.